Da gennaio previsto il taglio delle bollette di elettricità e gas


La bolletta elettrica e del gas l’anno prossimo dovrebbe diventare più leggera. A dirlo è l’Authority per l’energia. Dal 1° gennaio scatta infatti una piccola rivoluzione nel sistema di tariffazione dei consumi energetici. Le modifiche in arrivo prevedono un graduale abbandono della struttura progressiva delle tariffe e degli oneri elettrici. Per la famiglia-tipo, la bolletta del gas segna un calo del 3,3%, con risparmi complessivi nei 12 mesi per quasi 60 euro. Quella dell'elettricità segna un diminuzione dell'1,2%. Tale riduzione delle tariffe comporterà un risparmio medio di 60 euro annui, però tale nuova fatturazione per il 75% degli utenti italiani porterà un aumento di spesa di circa 100 euro annuali

Pensioni: OK ai prepensionamenti anticipati


Dal 2016, dato che aumenta l’aspettativa di vita salgono i requisiti per la pensione di vecchiaia, con un allungamento dei tempi per il raggiungimento della stessa. L'aumento a partire dal 2016 è infatti di 4 mesi e quindi dall'anno prossimo gli uomini andranno in pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi. Per le donne dipendenti del settore privato l'età di uscita per vecchiaia passerà a 65 anni e 7 mesi mentre le autonome potranno prendere l'assegno di vecchiaia solo dopo aver compito 66 anni e 1 mese. Dal prossimo anno aumentano anche i requisiti per accedere alla pensione anticipata. Per i lavoratori dipendenti del settore privato e del settore pubblico e per i lavoratori autonomi sarà necessario avere 42 anni e 10 mesi di contribuzione. Per le donne occorrono invece 41 anni e 10 mesi di contribuzione sia nel pubblico che nel privato. Altrà novità riguarda invece riguarda l’introduzione a partire dall’anno prossimo del nuovo coefficiente di trasformazione del montante contributivo. Per info di economia premi tasto segui accanto al mio nome.